Coronavirus, Rios scatena la polemica: “Bisogna uccidere le persone che non rispettano la quarantena”

L’ex numero del mondo, Marcelo Rios, ha condiviso le idee del dittatore delle Filippine, sostenendo che chi non rispetta la quarantena vada ucciso.

di Antonio Sepe

Sul suo profilo Instagram, il cileno Marcelo Rios, ex numero uno del mondo, ha pubblicato un post dove appoggia chiaramente l’operato di Rodrigo Duterte, dittatore delle Filippine, che pochi giorni fa aveva sollecitato la polizia ad uccidere chiunque non rispettasse la quarantena. Il nativo di Santiago ha quindi lanciato un messaggio al governo cileno, auspicando che venga attuata questa linea anche nel paese sudamericano: “Non so che tipo di governo abbia questo paese, ma uccidendo i due ragazzi che non hanno rispettato la quarantena sono certo che nessun’altra persona poi lo farebbe. Attenzione, è il mio pensiero personale: penso che quando le cose ti sfuggono di mano, devi usare il pugno duro“. Parole shock da parte di Rios, che nei commenti ha trovato persino dei consensi nonostante numerose critiche. Attualmente, in Cile, il Coronavirus ha causato 368 morti a fronte di oltre 37 mila contagi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy