Dominic Thiem è sicuro: “Ho tutto per vincere uno Slam”

L’austriaco finalista degli Australian Open 2020 afferma che l’obiettivo numero 1 è la vittoria di un torneo del Grande Slam

di Thomas Scarinzi

Dominic Thiem è sicuramente uno dei tennisti più chiacchierati in questi ultimi mesi. Prima c’è stata la polemica riguardo il fondo di solidarietà per i tennisti fuori dalla top 100, mentre più recentemente è stato accusato di non essersi messo in quarantena dopo aver scoperto che Grigor Dimitrov, Borna Coric, Victor Troicki e Novak Djokovic sono risultati positivi al Covid. Infatti tutti coloro precedentemente citati hanno partecipato all’Adria Tour, torneo d’esibizione organizzato da Nole, al quale ha partecipato (e vinto la tappa di Belgrado) anche Thiem. L’austriaco si è giustificato affermando di essere risultato negativo a 5 tamponi in 10 giorni.

In una recente intervista Dominic ha dichiarato che: “Il sogno della mia vita è vincere un titolo del Grande Slam e sono sicuro che accadrà presto”. Thiem è arrivato vicino a raggiungere il suo sogno per tre volte, a Parigi nel 2018 e nel 2019 dove non ha avuto molte speranze, en agli AO quest’anno, quando si era addirittura portato in vantaggio per 2 set a 1.

Molti considerano Thiem tra i successori di Federer, Nadal e Djokovic, insieme ad altri NextGen come Alexander Zverev. Proprio riguardo loro due il Dominic ha detto: “Entrambi abbiamo tutto quello che serve per vincere uno Slam”. Sicuramente negli ultimi anni l’austriaco si è dimostrato essere il vice Nadal su terra e, inoltre, da quando ha iniziato la collaborazione con Massu è migliorato tantissimo anche su cemento. Gli rimane qualche lacuna sull’erba, come il suo miglior risultato a Wimbledon (quarto turno nel 2017) dimostra. 

Sarà davvero Thiem il primo tennista della classe degli anni ’90 a vincere uno Slam? Sarà lui il primo a diventare numero uno al mondo dopo il dominio dei Big 4 che dura dal 2 febbraio 2004? Solo il tempo potrà risponderci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy