Roger Federer imprenditore: pronto il debutto con On 

Roger Federer sceglie il marchio On per un nuovo progetto imprenditoriale. Per sapere di cosa si tratta bisognerà però aspettare il 6 luglio. E non risparmia una frecciatina alla Nike

di Diletta Barilla

Roger Federer è costretto a stare lontano dai campi a causa di un infortunio che, unito alla pandemia di covid-19, ha messo fine al suo 2020 prima del tempo. Lo svizzero però, in questo periodo, si è riscoperto imprenditore e ha iniziato la collaborazione con “On”, marca di scarpe da corsa.

Per sapere esattamente il progetto che On e Roger Federer hanno ideato ci sarà da attendere ancora qualche giorno. Anzi, uno. Il 6 di luglio è infatti previsto un live streaming in cui verrà dato uno sociale annuncio.

I fan, ma anche i semplici curiosi, non dovranno quindi aspettare molto prima di conoscere di che si tratta. E anche lo stesso Roger Federer prova ad aumentare la suspance intorno a quello che, con ogni probabilità, sarà un nuovo prodotto che porterà la firma dello svizzero.

Federer saluta il Centrale, dopo la vittoria su Struff

Il 6 ci sarà il grande annuncio, il grande lancio” racconta a Highsnobiety il numero 4 del ranking ATP che poi continua: “Ci stiamo lavorando da un po’ di tempo ormai ed è molto eccitante. È stato bello aver preso parte attivamente a questo progetto. Da quando abbiamo iniziato ho sempre avuto il desiderio di conoscere le persone che lavoravano in azienda”.

Roger Federer vuole esser protagonista anche lontano dai campi e dopo aver annunciato, qualche anno fa, la separazione dalla Nike per sposare il progetto Uniqlo adesso ripone grandi speranze in questa sua nuova avventura.

Insieme possiamo fare grandi cose. Sento di poter dare un grande contributo cosa che con altri grandi colossi non sarebbe stato possibile. On è cresciuta molto negli ultimi anni e sono sicuro che possa farlo ancora. Non bisogna fare voli pindarici però, bisogna restare concentrati” spiega 38enne, classe 1981, che poi sorride: “È una azienda svizzera e sapete bene che noi elvetici se facciamo una cosa la facciamo bene, è nel nostro DNA”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy