Bartoli critica il sistema prize money: “Federer il più pagato del mondo, mentre il n. 150 non può vivere di tennis”

A margine della pubblicazione della classifica Forbes degli sportivi più pagati nel 2020, l’ex tennista francese riflette sul meccanismo di distribuzione dei prize money.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Mai scontate le dichiarazioni di Marion Bartoli, che a margine della pubblicazione della classifica Forbes degli sportivi più pagati nell’anno solare riflette sul sistema dei prize money nel circuito tennistico. Dal 1990, anno di inaugurazione della speciale graduatoria, nessun tennista aveva mai occupato il gradino più alto del podio, prima che Roger Federer diventasse l’atleta più ricco del 2020.

Intervistata ai microfoni di RMC, la campionessa di Wimbledon nel 2013 ha riflettuto sull’eccezionale evento, mostrando qualche perplessità su un meccanismo che merita di essere rivisitato: “Risulta strano leggere che Federer sia l’atleta più pagato del mondo, con 100 milioni di dollari, e constatare che il numero 150 del mondo non può vivere di tennis. Non sto dicendo che dobbiamo prendere i soldi da Federer, ma che dovremmo distribuire meglio il montepremi e destinare più fondi ai giocatori che sono maggiormente in difficoltà. Non ci vedo problemi. Non sto pensando di tassare i doppisti, il mio pensiero è più generale“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy