Matteo Berrettini: “Ho chiesto una maglietta e un polsino a Baghdatis dopo il match”

Matteo Berrettini: “Ho chiesto una maglietta e un polsino a Baghdatis dopo il match”

È stato il nostro Matteo Berrettini a porre fine, con grande emozione, alla carriera di Marcos Baghdatis: “Dopo la partita gli ho chiesto un polsino e una maglietta come ricordo”.

di Andrea Lombardo

Un ottimo Matteo Berrettini conferma l’ottimo momento e si assicura il passaggio al terzo turno a Wimbledon. In un match molto particolare, che ha posto fine alla carriera di Marcos Baghdatis, l’aspetto mentale è stato fondamentale: “Secondo me ho giocato una grandissima partita, gli ho messo tanta pressione fin dall’inizio. Ho risposto bene e sono stato molto solido al servizio”.
Mentre la carriera di Berrettini è solo agli inizi, quella del cipriota si è conclusa proprio grazie a Matteo: “Di solito gioco meglio quando c’è un po’ di atmosfera, quando il pubblico tifa per il mio avversario, com’era ovvio che fosse oggi. L’emozione che ho provato è stata grandissima, speravo di essere io a porre fine alla sua carriera perché è un ricordo che mi porterò dietro per sempre. È stato più importante di aver raggiunto il terzo turno a Wimbledon. Gli ho chiesto una maglietta e un polsino che conserverò gelosamente.
Vincenzo Santopadre mi ha detto che la moglie di Marcos ha iniziato a piangere tre games prima della fine. Per fortuna non me ne sono accorto.
Da quando ho saputo che avrei giocato contro di lui ho pensato a come potrà essere la mia ultima partita: lui ha scelto il palcoscenico migliore, anche se per me Roma potrebbe avere un significato più profondo. Credo che vorrò avere vicino a me tutte le persone che hanno contribuito alla mia carriera quando quel giorno arriverà, il più lontano possibile. E chissà, magari vincerò la mia ultima partita…”.

Il prossimo avversario dell’azzurro sarà Diego Schwartzman, giocatore più adatto alla terra battuta ma che sta ottenendo buoni risultati anche su erba: “Come caratteristiche è un giocatore che mi dà particolarmente fastidio. La sconfitta contro di lui a Roma è stata piuttosto strana, il campo era luce e ombra. Non è un caso se lui è al terzo turno qui a Wimbledon, su erba il suo servizio renderà di più, per cui sarà una battaglia”.

FONTE: https://www.ubitennis.com/blog/2019/07/04/wimbledon-berrettini-quasi-perfetto-baghdatis-saluta-il-tennis/

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Teresa de Lucia - 3 mesi fa

    Carino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Teresa de Lucia - 3 mesi fa

    Carino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Teresa de Lucia - 3 mesi fa

    Carino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Teresa de Lucia - 3 mesi fa

    Carino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sandra Cedrati - 3 mesi fa

    Ottimo Matteo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sandra Cedrati - 3 mesi fa

    Ottimo Matteo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Campione nella vita e nel tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Patrizia Zotti - 3 mesi fa

    Bravo ragazzo davvero Matteo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Patrizia Zotti - 3 mesi fa

    Bravo ragazzo davvero Matteo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Patrizia Zotti - 3 mesi fa

    Bravo ragazzo davvero Matteo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Andrea Mennilli - 3 mesi fa

    Matteo è un campione,umile e intelligente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Andrea Mennilli - 3 mesi fa

    Matteo è un campione,umile e intelligente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Gianni Bracciaferri - 3 mesi fa

    è un tennista non solo fortissimo,ma umile e davvero educato e per bene!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy