WTA e ATP insieme? Bethanie Mattek-Sands ci crede: “Tanti vantaggi in più per tutti”

WTA e ATP insieme? Bethanie Mattek-Sands ci crede: “Tanti vantaggi in più per tutti”

Bethanie Mattek-Sands non ha dubbi e sarebbe favorevole alla fusione della WTA e del’ATP. La proposta di Roger Federer ha una sostenitrice in più

di Diletta Barilla

La proposta di Roger Federer, che durante lo stop per la pandemia del covid-19 ha rilanciato sui social l’idea di unire WTA e ATP, ha una nuova sostenitrice: Bethanie Mattek-Sands.

Una soluzione, quella di riunire il circuito maschile e quello femminile che continua a far discutere – tra favorevoli, contrari e qualche scettico – ma che, considerata anche la situazione attuale e lo stop forzato, sembra destinata a non tramontare tanto presto.

In un’intervista rilasciata a Tennis Major, Bethanie Mattek-Sands si è detta entusiasta di questa ipotesi pur riconoscendo le grandi difficoltà che si dovrebbero affrontare per raggiungere una svolta che sarebbe epocale: “Ci sono tanti elementi da considerare per questo non è o comunque non sarà facile. Ci sono gli interessi di Slam, gli ITF, la WTA e l’ATP oltre ad altre agenzie private da far collimare“.

September 8, 2018 – Bethanie Mattek-Sands and Jamie Murray react to winning the mixed doubles final match against Alicja Rosolska and Nikola Mektic at the 2018 US Open.

La campionessa statunitense che ha concentrato la sua carriera sul doppio però è fiduciosa: “Credo che questo sia un buon momento per riunirsi e capire cosa è meglio per tutti: giocatori, sponsor e soprattutto per il tennis in generale. Io sono sempre a favore e sostengo tutti quelli che hanno la volontà di sedersi e discutere per trovare una soluzione ottimale e fare un passo in avanti“.

Per Bethanie Mattek-Sands anche i fan trarrebbero beneficio dall’unione della WTA e dell’ATP: “Insieme si è più forti, sempre. I Tour uniti aumenterebbero il valore dell’intrattenimento e sarebbe un vantaggio anche per gli sponsor e le TV“.

La giocatrice, classe 1985, è sicura che intraprendere questa strada aprirebbe uno scenario socio-culturale importante per lo sport in generale e non solo per il tennis: “Saremmo dei pionieri, tra i primi a combinare uomini e donne. Faccio il tifo perché questo accada e confido che presto si possa trovare un accordo“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy