Patrick Mouratoglou senza freni: “Serena Williams mamma bis? Chi può dirlo”. E su Thiem e Nadal …

Patrick Mouratoglou promuove l’Ultimate Tennis Show-down e si lascia andare ad alcune rivelazioni. Dalla possibile seconda gravidanza di Serena Williams alle dichiarazioni di Thiem

di Diletta Barilla

Patrick Mouratoglou è pronto a rivoluzionare il mondo del tennis. Il periodo di pandemia legato alla diffusione del nuovo coronavirus ha fatto riflettere l’allenatore francese che ha quindi lanciato più di un’idea per aiutare e supportare questo sport e limitare i danni dovuti allo stop forzato.

Nasce con questo intento l’Ultimate Tennis Showdown, che si svolgerà proprio nell’accademia di Mouratoglou in Costa Azzurra. Un “mini torneo” – si fa per dire – con 50 incontri in programma e che coinvolgerà tennisti del circuito Pro.

In un’intervista per promuovere la sua iniziativa che, per sua stessa ammissione proverà a far diventare un appuntamento fisso nel calendario del tennis, l’allenatore francese ha parlato non solo del suo progetto che è ormai pronto al via.

Patrick Mouratoglu

Non poteva quindi mancare una domanda su Serena Williams, seguita proprio da Patrick Mouratoglou nella spasmodica ricerca del 24esimo Slam: “Prima della fine della sua carriera, e sono pronto anche a scommetterci, raggiungerà Margareth Court. Ha avuto delle occasioni è vero ma le ha perse perché non ha giocato come avrebbe dovuto”. 

La tennista americana, che sta trascorrendo il periodo di isolamento sociale nella sua casa in Florida con la piccola Olympia e con il marito, attualmente si mantiene in forma partecipando anche alle dirette social della sorella maggiore Venus ma senza poter scendere in campo. Ma già si fanno prepotenti alcune voci: “Non so se Serena Williams sia di nuovo incinta. Può essere, tutto è possibile ma davvero non lo so”.

Quello che è certo è che la tennista americana, come raccontato anche nel documentario Being Serena andato in onda sulla rete televisiva statunitense HBO, vuole che la sua primogenita si ricordi di sua mamma vincente sui campi da tennis.

Le idee di sostegno ai tennisti in difficoltà, in particolar modo quelli che nel ranking mondiale seguono la Top 100, di Patrick Mouratoglou si scontrano con le idee di Dominic Thiem: “Ovviamente non sono d’accordo con lui ma ha detto ciò che pensa senza peli sulla lingua. Senza aver paura di quello che la gente avrebbe potuto pensare”. 

Il suo Ultimate Tennis Showdown potrebbe presto avere un rivale. Pare, infatti, che anche Rafael Nadal sia propenso ad organizzare e ospitare nella sua Academy un evento simile. Tanto dipenderà ovviamente anche delle disposizioni future dei governi in tema viaggi e spostamenti: “In attesa di sapere se potremmo tronare a viaggiare dobbiamo trovare nuove idee. Dobbiamo farci trovare pronti con un piano B in caso non ci si possa spostare”.

Usare il condizionale resta un obbligo visti i tanti interrogativi che, ai tempi del covid-19, riempiono le giornate. Patrick Mouratoglou però non teme la concorrenza del maiorchino: “È un grande giocatore e non mi dispiacerebbe dover o poter competere con lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy