Roger Federer agli Internazionali d’Italia: tutto quello che c’è da sapere

Roger Federer potrebbe prendere parte agli Internazionali d’Italia 2020. Ecco i suoi risultati sui campi del Foro Italico e quando potrebbe esordire.

di Antonio Sepe

EDIT: Il manager di Roger Federer, Tony Godsick ha smentito quanto riportato dai portali di AS e Tennis Head, ritenendo infondate le voci sulla sua prossima programmazione dei tornei.

Come svelato dalla rivista Tennis Head, Roger Federer avrebbe intenzione di prendere parte agli Internazionali BNL d’Italia 2020. Ovviamente avere la certezza di una sua eventuale presenza con così tanto anticipo è pressoché impossibile, specie per un tennista di 38 anni che non ha una programmazione ben definita, la quale può cambiare da un momento all’altro. Ciononostante, i tanti tifosi italiani possono coltivare la speranza di ammirare lo svizzero sui campi del Foro Italico, magari augurandosi anche che non vada troppo avanti nel torneo di Madrid, in programma la settimana precedente, così da non arrivare troppo stanco all’appuntamento romano. Di seguito vi proponiamo un riassunto delle partecipazioni di Federer agli Internazionali d’Italia e proviamo ad ipotizzare quando esordirà.

Roger Federer durante l’edizione 2015 degli Internazionali BNL d’Italia

Il Masters 1000 di Roma è uno dei pochi tornei che manca alla bacheca di Roger. Lo svizzero, infatti, ha perso ben quattro finali ma non ha mai sollevato al cielo di Roma questo prestigioso trofeo. Federer, che ha esordito agli Internazionali d’Italia nel 2000, perdendo all’esordio contro l’ucraino Medvedev, ha ottenuto la sua prima vera vittoria importante l’anno seguente, battendo la testa di serie numero due, Marat Safin. La prima finale l’ha raggiunta nel 2003, persa senza troppi rimpianti, in tre set contro Mantilla. Al contrario, ha molto più da recriminare nella finale del 2006, quando capitolò contro Nadal solo al tie-break del quinto set – la finale si disputava ancora al meglio dei cinque set. Infine, il tennista elvetico si è spinto in altre due occasioni sino alla finale, nel 2013 e nel 2015, senza però successo, perdendo in due rapidi set rispettivamente contro Nadal e Djokovic. Purtroppo, il rapporto di Federer con gli IBI negli ultimi anni non è stato dei migliori. Assente nel 2017 e nel 2018, nel 2019 si è ritirato prima del match di quarti contro Tsitsipas, dopo un doppio turno nello stesso giorno – in scioltezza contro Sousa e al cardiopalma contro Coric – con tanto di polemica a causa delle righe scivolose che, a suo dire, mettevano a repentaglio la sicurezza dei giocatori. Il suo amore per l’Italia, per la cucina e per i tifosi, però, potrebbe risultare decisivo ai fini della decisione definitiva.

Photo by Dennis Grombkowski/Getty Images

In che giorno avverrà il suo esordio? Che biglietto comprare? I dubbi sono tanti, perciò partiamo dalle cose certe. Federer giocherà sul Centrale. A meno di casi singolari come l’anno scorso, quando lo svizzero fu relegato sul Grandstand a causa della pioggia dei giorni precedenti, per vedere Roger sarà necessario possedere un biglietto per il Centrale. Ancora presto ipotizzare se per la sessione diurna o quella serale. Nelle sue ultime quattro partecipazioni, solo in un’occasione lo svizzero ha esordito nella sessione serale, nel 2015 contro Cuevas. Con buone probabilità, inoltre, Federer scenderà in campo nella giornata di mercoledì, quando esordiranno tutti i big, anche quelli reduci da Madrid. Acquistando perciò due biglietti, rispettivamente per la sessione diurna e quella serale, dovreste avere la certezza di vedere all’opera il campione di Basilea. I “se” e i “ma” sono però ancora all’ordine del giorno, ergo adesso è impossibile sapere al 100% quando e se giocherà.

Roger Federer agli Internazionali BNL d’Italia
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy