Effetto slam: il sindaco di Toronto proclama il “Bianca Andreescu Day” e la sua città natale le intitola una strada

Effetto slam: il sindaco di Toronto proclama il “Bianca Andreescu Day” e la sua città natale le intitola una strada

Il sindaco di Toronto ha proclamato lunedì (ieri) il Bianca Andreescu Day, per continuare i festeggiamenti della vittoria slam. Nel suo paese natale, Mississauga, la canadese si è invece vista consegnare dal sindaco le chiavi della città ed inoltre le è stata intitolata una strada, chiamata “Andreescu Way”

di Antonio Sepe

La recente vittoria agli Us Open di Bianca Andreescu ha letteralmente mandato in delirio il Canada e i canadesi, che ormai sono ai suoi piedi. Oltre all’incredibile popolarità scaturita dal trionfo in finale ai danni di Serena Willimas, tanto da garantirle la partecipazione al celebre Jimmy Fallon Show, la giovane nordamericana è diventata quasi un’eroina per il suo paese, tanto che in questi ultimi giorni ne sono successe davvero di tutti i colori in termini di festeggiamenti, ovviamente sempre in linea con i “sobri” standard americani. 

Nella sua città natale, Mississauga, si è tenuta una manifestazione in suo onore alla quale hanno partecipato circa 10.000 persone, tra cui il Primo Ministro del paese, Justin Trudeau. Al grido dello slogan #SheTheNorth, molto simile al “#WeTheNorth” in onore dei Toronto Raptors, vincitori del campionato dell’NBA, Bianca ha ricevuto dal sindaco le chiavi della città ed inoltre le è stata dedicata una strada, che porta il nome di “Andreescu Way“. Questa storica manifestazione – “storica” perchè Andreescu ha letteralmente scritto la storia, diventando la prima giocatrice canadese a conquistare uno slam – ha ovviamente avuto un’ampia copertura televisiva, tanto che proprio attraverso questi canali sono arrivati dei complimenti piuttosto importanti  e dei messaggi di supporto alla Andreescu, da parte di celebrità come il cantante Drake o l’ex cestista Steve Nash.

I festeggiamenti per la vittoria della Andreescu non hanno però avuto luogo esclusivamente nella città dove è nata, bensì anche in quel di Toronto, dove il sindaco John Tory ha addirittura proclamato il lunedì – vale a dire la giornata di ieri – “Bianca Andreescu Day”, in segno di congratulazione per il traguardo centrato a Flushing Meadows, ma anche in segno di ringraziamento per essere stata un’ispirazione nei confronti degli atleti più giovani. Nella lettera ufficiale, inoltre, il sindaco ha aggiunto che “Bianca ha conquistato il cuore di milioni di cittadini di Toronto.” 

Bianca Andreescu, che ad inizio anno era addirittura numero 102 del Ranking Wta, si è aggiudicata il Premier Mandatory di Indian Wells ed il Premier 5 di Toronto prima di sollevare a New York il trofeo più importante della sua vita, che le ha anche permesso di ritoccare il suo best ranking, issandosi alla quinta posizione. La giocatrice canadese ritornerà in azione tra due settimane, quando sarà ai nastri di partenza del Beijing Open, nella speranza di proseguire un fantastico 2019, che con ogni probabilità la vedrà figurare tra le prime otto del ranking a fine anno e dunque impegnate nelle Finals a Shenzhen.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy