RG 2019, Rafael Nadal: “Un piacere giocare con Roger.” Federer: “Impossibile giocare come lui.”

RG 2019, Rafael Nadal: “Un piacere giocare con Roger.” Federer: “Impossibile giocare come lui.”

Dopo il 39° atto della saga del Fedal, i due protagonisti hanno rilasciato le consuete dichiarazioni. Dai complimenti reciproci, passando per la soddisfazione dei risultati: ecco le parole di Federer e Nadal.

di Mattia Esposito

La 24esima vittoria contro Roger Federer di Rafael Nadal coincide con la conquista della finale #12 a Parigi. Lo spagnolo ha demolito lo svizzero, confermando la sua egemonia nel feudo francese e contro l’ex #1 al mondo, come dimostrato nelle 39 sfide. Tra lui e il titolo #18 negli Slam, c’è uno tra Dominic Thiem e Novak Djokovic, che domani dovranno continuare il match dopo la sospensione per pioggia. Dopo il match, i due GOAT, si sono dedicati alle consuete dichiarazioni.

QUI NADAL- Rafael Nadal, oltre che dei suoi successi, parla anche dello storico amico-rivale, tessendo le lodi dello svizzero: “Ho preparato molto questa partita, è sempre speciale misurasi contro colui che è forse il più grande rivale nella mia carriera; non abbiamo giocato molto negli ultimi anni e ha cambiato molto stile, è molto più aggressivo ora. Nel mio piano di gioco è stato vitale poter vincere, è necessario dare la mia versione migliore per battere questo tipo di giocatori.” Quindi, un accenno al futuro: “Spero di vederci di nuovo qui dato che vedo ancora un buon futuro per entrambi. Ovviamente, non giocheremo qui per altri 10 anni, ma vedere Roger com’è tornato a competere al massimo sulla terra è qualcosa di semplicemente impressionante. Non c’è nessuno come Roger, nei nostri confronti tutti si aspettano sempre il miglior tennis”, ha detto. “Apprezziamo molto queste sfide e le viviamo con emozione speciale, ogni volta che giochiamo ora, sappiamo che può essere il nostro ultimo duello, ma quando siamo in questa situazione non possiamo pensare di ritirarci.” Un’analisi lucida da parte di Nadal, consapevole della bellezza di una saga, che, purtroppo, è destinata a finire.

Federer-Nadal-Wimbledon-final-982864

Quindi, il #2 al mondo, parla del suo 2019: “Cinque anni fa non potevo nemmeno sognare di giocare qui. La cosa più importante è continuare. Non bisogna super felici delle vittorie o troppo tristi con le sconfitte, avrò il tempo di valutare i miei record, ora è il momento di continuare a divertirmi. Considerando tutte le difficoltà che ho avuto in questa stagione è qualcosa di incredibile per me, sono molto orgoglioso di questo e continuerò a cercare di mantenere questo livello.” Parlando dei suoi record, Nadal pensa: “Mi considero una persona normale, Sono sicuro che qualcuno sarà in grado di ottenere tutto ciò che ho raggiunto. I record devono essere infranti perché con ciò promuoviamo il nostro sport e lo eleviamo a uno status più alto.” Conquistando il 12° Roland Garros, si potrà superare davvero il Re nel suo regno?

QUI FEDERER- Alla vigilia del torneo, così come della stagione sul rosso, Roger Federer e i suoi fan erano pieni di domande: dopo la semifinale del Roland Garros però, il 37enne di Basilea non smette più di sorprendere. Pur perdendo contro Nadal, anche lo stesso ex #1 al mondo era contento, nonostante i problemi con il vento: “Il vento ha dato fastidio, soprattutto nel primo set, quando ho dovuto abituarmi sin da subito. Il rimpianto è nel secondo parziale, quando ho subito il cambio di rotta del vento, non riuscendomi più a regolare.” Quindi, ecco gli elogi per Nadal e la sua abilità nel giocare su certe superfici: “Ti fa sentire a disagio per come si difende, non c’è nessuno che possa avvicinarsi a come gioca Nadal, non so nemmeno chi devo andare a cercare in allenamento per imitarlo e giocare come lui (ride). Sul fondo e su come si muove avanti a dietro sulla linea di base, quindi penso di non aver giocato male, ha dovuto tirare fuori il suo tennis per fare la differenza.”
Riguardante la sua esperienza al Roland Garros 2019, Federer spiega: “Penso che sia stato grande. Mi è piaciuto molto. Il supporto dagli spalti non poteva essere migliore. Forse uno dei migliori tornei nei miei 20 anni di carriera in uno Slam. Sono sempre stati lì per me, sia nelle partite sia nei locali del circolo. Il mio livello di delusione per la sconfitta è basso. Per quanto riguarda il gioco, penso di essere sorpreso considerando come ho potuto giocare qui. Non so che cosa accadrà il prossimo anno ma mi è piaciuto molto questa tournée sulla terra rossa e il Roland Garros, per cui non escludo nel rifarlo nel 2020.” Spazio ad ipotizzare un proseguo di carriera per Re Roger?

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sauro Botti - 3 mesi fa

    Speriamo in un return-match a Wimbledon.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Camolli Marco - 3 mesi fa

    Vamossss. Onore a Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabiano Trionfetti - 3 mesi fa

    Andrea

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea Schivazappa - 3 mesi fa

      Fabiano Trionfetti ….detto tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Loredana Bazzoni - 3 mesi fa

    Grandi tutti due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sandra Sagramoni - 3 mesi fa

    Onore ai due più grandi del tennis … pagliaccio Nole: prendi esempio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giovanni Picciuti - 3 mesi fa

      Sandra Sagramoni ma stai muta!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Sandra Sagramoni - 3 mesi fa

      Giovanni Picciuti a me stai muta non lo dice nessuno… pagliaccio come il tuo idolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Sandra Sagramoni - 3 mesi fa

      Giovanni Picciuti … pagliaccio a casa… come godo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Graziana Stefanucci - 3 mesi fa

    NADAL sei un grande, anzi un super grande, ma onore anche a ROGER.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Carla Gileno - 3 mesi fa

    Il mio idolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Maria Francesca Cocca - 3 mesi fa

    È un piacere per noi vedere una vostra partita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Danila Lunghi - 3 mesi fa

    Due campioni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Carla Gazzani - 3 mesi fa

    GRANDISSIMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Felice Reviglio - 3 mesi fa

    Due grandissimi campioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Simone Di Stefano - 3 mesi fa

    Nadal è ingiocabile sulla terra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Giulio Gallo - 3 mesi fa

    Sebbene a mio avviso il vento abbia rovinato la partita, oggi per il re non c’era speranza, nadal è troppo in forma per chiunque al momento e quindi il roland garros è suo

    L’elvetico lo vedo bene però a per wimbledon… Magari ci esce il 21

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Davide Stocco - 3 mesi fa

      il vento c’era per tutti e 2 son le scuse dei bambini ai primi tornei queste su non cadiamo nel ridicolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fabio Cadorin - 3 mesi fa

      Il vento influisce in modo diverso sui colpi ….viste le caratteristiche molto diverse dei due giocatori . non è affatto ridicolo ma una constatazione che qualsiasi minimamente esperto del gioco può confermare . Detto questo oggi Nadal avrebbe vinto comunque ma in modo a parer mio meno agevole

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Daniela Fiorelli - 3 mesi fa

    Unici!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Delia Leonardi - 3 mesi fa

    Grandi campioni dentro e fuori….inimitabili…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. David Grillo - 3 mesi fa

    Enrico Tondi Francesco Zoppetti Roberto Mariani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Colonnello Van Loon - 3 mesi fa

    Rappresentanti delle mega corporazioni per lo sfruttamento delle masse popolari. Insignificanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Devono essere i loro aerei a lasciare le scie chimiche per nascondere il fatto che la terra è piatta .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alessandro Giacobbi - 3 mesi fa

      Colonnello Van Loon Dormi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Camolli Marco - 3 mesi fa

      Colonnello Van Loon Grazie x avermi illuminato….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Luigi Mereu - 3 mesi fa

    Due veri campionissimi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Davide Di Lella - 3 mesi fa

    Per quanto ho visto in forma Roger, non vedo perché non debba continuare a giocare. Su altre superfici parte sempre tra i primi, per vincere. E sulla terra ha fatto, in scioltezza, semi al RG (cosa quasi insperata per il 90% dei professionisti). Nadal, beh Nadal è mostruoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy