I 20 successi Slam di Roger Federer

Ieri Roger Federer ha vinto il 6º Australian Open in carriera, che corrisponde al 20º successo Slam. Un campione senza tempo, che ha collezionato la prima vittoria nel 2003, non smettendo più di sorprendere…

di Mattia Esposito

Roger Federer. La Leggenda. Se qualcuno aveva ancora qualche dubbio su chi fosse il GOAT, beh, dopo gli ultimi 12 mesi caratterizzati dalla seconda giovinezza dell’elvetico, si sarà certamente convinto. Quanto fatto negli anni d’oro era stato alquanto strabiliante, ammaliando chiunque appassionato e battendo chicchessia, qualunque tennista avversario. Ma ciò che ha fatto dagli Australian Open 2017 a quelli della 106ª edizione, si tratta di qualcosa di irripetibile nella storia di questo nobile sport. Un anno fa testa di serie #17 al primo Major dell’anno, un anno dopo a 155 punti dalla vetta occupata dall’eterno rivale Rafael Nadal, in procinto di vivere un’altra stagione ricca di calvari? 12 mesi ricchi di trionfo, con 3 Slam vinti, il primo in Australia a distanza di 5 anni da quello di Wimbledon, dov’è riuscito a vincere l’8º trionfo a luglio, fino a quello di ieri, vincendo lo stesso Slam per due anni consecutivi per la prima volta dagli US Open 2007-2008: esattamente 10 anni fa. Slam, ma non solo, con il ritorno al successo nei mille di Indian Wells, Miami e Shanghai, oltre al solito torneo di casa di Basilea. Un 2017 ricco di successi, che magari potrebbe ripetersi anche quest’anno, considerando lo stesso inizio della stagione scorsa con la vittoria di Melbourne. In seguito all’ultimo successo Slam, che ha permesso a Roger di raggiungere quota 20 Major, è giusto ricordare e ripercorre il percorso dello svizzero, dalla vittoria del 2003 a quella di ieri, magari, nella sua ultima apparizione a Melbourne, provando ad interpretare le lacrime di commozione finali?

LUGLIO 2003-WIMBLEDON

6FAD5D60-D591-4DD0-8D42-9548D21E2368

È il primo capolavoro dell’elvetico, a 5 anni dall’esordio nel professionismo. La prima volta in cui si è inginocchiato sull’erba del Centre Court, il primo pianto, frutto della passione e amore per il tennis, che lo contraddistingue anche a 20 anni di distanza. A 21 anni e 10 mesi batte Mark Philippoussis 7-6 6-2 7-6, in una sfida di nervi contro l’australiano, a cui non concede neanche una palla break: è il primo sigillo a Londra.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Milena Ginocchio - 3 anni fa

    GRANDE ROGER!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabrizio Lesca - 3 anni fa

    Certo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pasquale Salerno - 3 anni fa

    Posso vantarmi di aver visto tutte e 30 le finali

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy