La favola di Lorenzo Sonego

La favola di Lorenzo Sonego

Da non testa di serie, il ventiduenne italiano Lorenzo Sonego si è spinto fino al main draw degli Australian Open battendo anche Tomic.
L’inizio di una gloriosa favola per il tennis azzurro?

di Andrea Lombardo

Dopo il sorteggio del tabellone cadetto, nessuno avrebbe mai immaginato che tra i qualificati potesse esserci il nome di Lorenzo Sonego.
Il primo turno era già insidioso, contro il mancino brasiliano Thiago Monteiro, 12esima testa di serie delle qualificazioni.
Lorenzo è comunque riuscito a vincere in due set, così come nel secondo turno contro Mohamed Safwat.
L’ultimo ostacolo sembrava quasi insormontabile, non tanto a causa del suo ranking ma per le qualità del giocatore. Nonostante sia sceso in classifica, Bernard Tomic rimane un giocatore temibile, specie nello slam di casa.
A sorpresa Sonego si aggiudica il primo set nettamente, con il punteggio di 6-1.
Nel secondo set prevalgono maggiormente i servizi. Si arriva dunque al tie-break, che l’italiano perde per 5 punti a 7. Il match si complica, e diventa sempre più difficile pensare che Sonego possa riuscire a vincere un match che non è riuscito a chiudere in due set.
Il set procede senza problemi fino al 4-4, quando il torinese si vede costretto ad annullare una palla per il 4-5 che avrebbe portato Tomic a servire per il match.
Sonego la annulla con la grinta che lo contraddistingue, vince il game e in quello successivo riesce a breakkare per approdare nel suo primo main draw slam. Mentre l’italiano potrà disputare un altro match nel torneo, l’australiano potrà sicuramente tornare ad ammirare i suoi soldi, stando alle sue dichiarazioni che hanno fatto scalpore al termine del match. 

Sonego_26

Il torinese aveva dato segnali positivi nel finale della scorsa stagione, raggiungendo due finali challenger consecutive su cemento indoor, vincendo ad Ortisei e perdendo ad Ismaning, in Germania.
Da sempre Sonego ha mostrato una certa predisposizione per i campi veloci, soprattutto indoor, mentre sulla terra battuta non è mai riuscito a spingersi oltre i quarti di finale a livello challenger.
L’azzurro non è ancora riuscito ad entrare in top 200, fermandosi al massimo al numero 204, e non è escluso che non possa coronare il suo best ranking proprio durante questo slam.
La propensione al lavoro e al sacrificio è sempre stata una costante nella carriera di “Sonny”, come lo chiamano amici e tifosi, e questa prima partecipazione in uno slam potrebbe essere una svolta.
Un ragazzo come tanti, che ama divertirsi e scherzare con gli amici, ma che sa bene che per raggiungere obiettivi importanti è d’obbligo lavorare sodo.

LE DICHIARAZIONI – Alla fine della partita Sonego è stato intervistato da SuperTennis: “Iniziare la stagione così, con una qualificazione slam non è facile. Sono stato bravo a non sentire troppo la pressione e ad esaltarmi. Oggi è stato un avversario durissimo ma io ho lottato fino all’ultimo punto. Anche se il secondo set è finito male, sono rimasto lì grazie al servizio e con la voglia di vincere sono riuscito a portare a casa il risultato.”

Nonostante Sonego giocasse contro un tennista di casa, in molti tifavano per lui grazie anche alla numerosa presenza di italiani sugli spalti. “Sì, l’ho notato. Era strano, ma sono felice di essere piaciuto e di essere stato supportato così perché io ho lasciato il cuore e la gente penso lo abbia capito.”

Negli ultimi punti dell’incontro, Tomic ha alzato il livello del suo tennis. A questo proposito l’azzurro ha affermato: “Ci ho messo un po’ di coraggio in più grazie all’esperienza di altri match persi, adesso sono felice e mi godo questa vittoria. Non ho mai giocato al meglio dei 5 ma l’importante è dare tutto, divertirsi, fare esperienza perchè questo è l’inizio di un sogno.”

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cristina Crismaruc - 9 mesi fa

    Speriamo……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tennis Circus - 9 mesi fa

    Entra nel gruppo del nostro FantaTennis Ufficiale e gioca ogni giorno gratis: puoi vincere dei premi!   https://www.facebook.com/groups/fanta.tenniscircus/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Adriano Serra - 9 mesi fa

    Io lo vidi giocare agli Internazionali contro Sock due anni fa, prometteva bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paolo Rizzo - 9 mesi fa

    Dichiarazioni poco sobrie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Olimpia Passoni - 9 mesi fa

    Sarebbe bello!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Andrea Mennilli - 9 mesi fa

    Si, giovani eroi cercasi. Ne abbiamo bisogno, Berettini molto promettente. Sonego bravo, conosco poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Sarebbe ora!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Antonio Quarta - 9 mesi fa

    Grattatio pilarum facenda est

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Eugenia Manescalchi - 9 mesi fa

    L’inizio? Questo ragazzino già due anni fa fece delle ottime qualificazioni agli IBI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Gianky Lunari - 9 mesi fa

    Dai Sonego … na bella strizzatina me la darei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Elena Cignetti - 9 mesi fa

    Scongiuri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Julie Andretta - 9 mesi fa

    Speriamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Federica Sueri - 9 mesi fa

    Shhhhh….zitti, per favore: lasciatelo in pace, senza l’assillo di dover essere il nuovo Panatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy