Australian Open, semifinali: Federer fa quel che può ma non basta, Djokovic vince in tre set

Australian Open, semifinali: Federer fa quel che può ma non basta, Djokovic vince in tre set

Il serbo è il primo finalista degli Australian Open. Battuto Federer in tre set con il punteggio di 7-6 6-4 6-3.

di Antonio Sepe

Novak Djokovic liquida in tre set Roger Federer ed accede alla finale degli Australian Open, la sua ventiseiesima a livello slam. Vittoria piuttosto comoda per il serbo, che dopo aver ampiamente faticato nel primo parziale, portato a casa grazie ai numerosi errori del suo avversario, si è aggiudicato in maniera agevole i due restanti set. 76(1) 64 63 il punteggio finale, maturato in 2 ore e 18 minuti, che ha spedito il numero due del mondo all’atto conclusivo dell’Open d’Australia per l’ottava volta in carriera. Djokovic troverà ora Zverev o Thiem, entrambi capaci di batterlo nell’arco della loro giovane carriera. Ciononostante, il tennista belgradese partirà comunque favorito, anche in virtù dei zero set persi sino alla finale. In caso di vittoria, Nole scavalcherebbe Nadal e ritornerebbe in vetta al ranking mondiale. Consolida invece la terza piazza della classifica Federer, che conquista 540 punti ma potrebbe ancora essere superato da Thiem, in caso di primo successo slam dell’austriaco.

PRIMO SET – Avvio apparentemente complicato per Federer, che ha offerto subito palle break nel primo game ma è riuscito a portarlo a casa dopo svariati vantaggi. Probabilmente l’incertezza sulle sue condizioni ha fatto sì che ci fosse maggiore curiosità e dunque stupore, e anche se lo svizzero non era al 100% se l’è cavata piuttosto bene. Le chance in favore di Roger nella prima frazione di gioco sono davvero tante. Il tennista di Basilea si è trovato avanti 4-1 40-0 con tre palle break che lo avrebbero mandato a servire per il set, ma anche sul 5-2 si è trovato ad appena due punti dal set. L’elvetico, però, si è disunito e Djokovic ne ha approfittato per trascinare il set al tie-break. Nel “jeu decisif” non c’è stata partita ed il serbo ha dominato per 7-1. Nonostante un ottimo primo set caratterizzato da ben 26 vincenti, Federer ha capitolato e, di fatto, si è privato dell’unica piccola chance che avrebbe potuto avere di portare a casa la sfida.

Novak Djokovic

SECONDO SET – Lo svizzero ha abbandonato il campo tra un set e l’altro, ma al suo ritorno in campo le cose non sembravano essere migliorate. Federer ha infatti esordito offrendo subite due palle break al suo avversario, annullandole poi con il servizio. Se da un lato Djokovic appariva ingiocabile in battuta, dall’altro il tennista di Basilea confermava di non essere solidissimo e, nel sesto gioco, Novak ha avuto un’altra occasione per piazzare il break decisivo. Federer però non ha mollato ed ha prolungato la sua resistenza fino al decimo gioco, quando gli errori sono diventati troppi ed il serbo ha potuto ottenete il break che gli ha regalato il secondo set.

TERZO SET – In svantaggio di due set, per Federer si faceva davvero complicata, anche in virtù di una statistica rivelata da Eurosport. Novak Djokovic, nei 221 match a livello slam quando è stato avanti due set, ha perso in una sola occasione: contro Melzer al Roland Garros 2010. Come effettivamente suggerito dalle statistiche, il set ha premiato Djokovic, che ha sfruttato l’unica palla break nel sesto gioco ed ha comodamente chiuso per 6-3 senza che il suo avversario lo impensierisse.

Australian Open – Semifinale

(2) N. Djokovic b. (3) R. Federer 76(1) 64 63

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy