Bautista-Agut: “La partita si è decisa nel secondo set”

Bautista-Agut: “La partita si è decisa nel secondo set”

Il tennista spagnolo ha firmato l’impresa di questo Masters 1000 di Miami, battendo Novak Djokovic in tre set: “Sono davvero felice per questa vittoria”.

di Lorenzo Marini, @marinilorenzo21

Roberto Bautista-Agut in questo 2019 spera nel definitivo salto di qualità, in ragione soprattutto della vittoria ottenuta contro Novak Djokovic. Per lo spagnolo la vittoria è arrivata nel secondo set, proprio nel momento in cui il serbo ha alzato il suo livello di gioco: “La chiave della vittoria è stata sicuramente nel secondo set. Nole è un giocatore molto difficile da rimontare quando è avanti nel punteggio”. Lo spagnolo ha sicuramente dovuto cambiare molte cose nel suo gioco dopo aver perso il primo set, per poter competere con il n°1 del mondo: “Ho adottato uno stile più aggressivo, ho cercato di fare meno errori non forzati possibili ed essere concentrato al massimo su ogni punto. Ora posso dire di essere in un quarto di finale di un Master 1000, provo una gioia immensa”.

bautista-agut-pune-2017

Rispetto alla vittoria su Nole di Doha, lo spagnolo ammette che le condizioni di qui a Miami sono state ben differenti: “Rispetto a Doha qui il campo è più lento. Ci ho messo un po’ per abituarmi al centrale, era anche una giornata calda ed umida, non il meglio. Penso che la vittoria a Doha mi abbia anche aiutato molto nel cambiare il mio tennis per adattarmi a lui” , ha affermato Bautista-Agut, che si è dimostrato oramai come uno dei giocatori più sofferti

di giocare meglio contro Djokovic che contro Nadal o Federer: “Come succede con molti altri giocatori del circuito ci sono alcuni con cui giochi meglio” afferma lo spagnolo, che nei quarti di finale dovrà fronteggiare il gigante americano John Isner.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Stefani - 3 mesi fa

    Il tennis offre ( per fortuna ) spesso risultati imprevedibili ! E prima di definire ” chiunque ” il dominatore incontrastato dei prossimi xyz anni occorre moderazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Carla Gileno - 3 mesi fa

      Verissimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Carla Gileno - 3 mesi fa

    E’sempre una mina vagante lo spagnolo! Bravo…..battere Nole!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto Aurecchia - 3 mesi fa

      Carla Gileno si ma non è sicuramente il nole dell anno scorso..perdendo propio dallo spagnolo a dubai..poi ha perso ad India wells e poi miami quindi figurati..!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Carla Gileno - 3 mesi fa

      Roberto Aurecchia si sono pienamente d’accordo.Sai per lo spagnolo e’ sempre una soddisfazione battete Nole! Certo un Nole non concentrato con i suoi tanti problemi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy