Questo messaggio è stato inviato a Maria Sharapova

Questo messaggio è stato inviato a Maria Sharapova

Maria Sharapova ha pubblicato il suo numero sui social, invitando i suoi fan a scriverle. Ecco il messaggio che le manderemmo noi.

di Antonio Sepe

Maria Sharapova, con un post sui social, ha fatto un inaspettato regalo ai suoi fan mettendo a disposizione il suo numero di cellulare. La 32enne russa, che appena un mese fa ha annunciato il suo ritiro dal tennis, si è rivolta a tutte le persone che stanno attualmente vivendo il periodo di quarantena. “Scrivetemi se avete qualche domanda, per dirmi come state o semplicemente per salutarmi“. Questo l’invito della siberiana, che noi abbiamo accolto senza pensarci su due volte. Questo è il messaggio che avremmo intenzione di mandarle. Che ne dite?

Ciao Maria, come stai? Noi qui in Italia stiamo affrontando il Coronavirus, che ci fa la stessa paura che incuteva a te Serena Williams in una finale dello slam. Per fortuna ci sono degli eroi con il nome di medici ed infermieri. La maggior parte delle persone è costretta a lavorare da casa ed i ragazzi non possono andare a scuola. Ma tu probabilmente non puoi capire visto che a 17 anni già vincevi Wimbledon. Meno male che a tirare su il morale ci pensa il Premier, “un solo uomo al comando” per citare il compianto Mario Ferretti. Si chiama Giuseppe Conte ed è probabilmente l’uomo più desiderato del momento, di gran lunga più del tuo ex fidanzato Grigor Dimitrov. Purtroppo l’Italia è una delle nazioni al mondo più colpite, insieme agli Stati Uniti, vale a dire i paesi natali dei tuoi ex allenatori Nick Bollettieri e Riccardo Piatti. Per fortuna stanno tutti bene, compreso il tuo amico Jannik Sinner. Speriamo che entro Natale sia tutto alle spalle così potremo vedervi ancora ridere e scherzare in un balletto natalizio travestiti da renne. E il tennis? Purtroppo l’Atp e il Wta hanno interrotto tutti i tornei fino al 13 luglio. In questi giorni si sarebbero dovute disputare le fasi finali del torneo di Miami, ma forse è meglio non parlarne. Oppure ti è passata l’amarezza per aver perso tutte e cinque le finali disputate? Ci auguriamo che tutto finisca presto così da poter tornare a giocare a tennis e pensare a te ogni volta che qualcuno emetterà il cosiddetto grunting. Perché è inevitabile che una carriera volga al termine, ma il ricordo di certi campioni vivrà per sempre. A presto Maria!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy