Zapatero conferma: “Non penso che il Mutua Madrid Open si giocherà quest’anno”

Il vice consigliere della sanità pubblica della Comunità Autonoma di Madrid è convinto che il Masters 1000 di Madrid non si disputerà.

di Redazione Tennis Circus

Antonio Zapatero Gaviria ha firmato una lettera mediante la quale la Comunità Autonoma di Madrid esterna tutti i suoi dubbi circa il Masters 1000 che la capitale spagnola ha in programma di ospitare il prossimo settembre: “In vista dell’attuale situazione che vede l’aumento dei contagi e delle previsioni sconosciute ai più riguardo l’evoluzione della Pandemia nella città di Madrid, non è consigliabile organizzare il Mutua Madrid Open 2020 per il mese di settembre a causa di una situazione che comporterebbe rischi sia per il pubblico che per l’organizzazione e per gli stessi tennisti”.

Il circuito ATP vive nell’incertezza, persistono molti dubbi sulla tournée americana e riguardano i protocolli da seguire e le misure da adottare. Molti giocatori sono preoccupati per l’aumento dei contagi negli Stati Uniti e si prospetta l’assenza di molti tennisti di primo piano dai tornei americani. In tal senso ripartire dai tornei americani non è sembrata un’opzione molto felice, probabilmente l’ATP avrebbe potuto organizzare meglio il calendario.

Ora prende campo anche l’ipotesi di una possibile cancellazione del Masters 1000 di Madrid con Zapatero che, in un’intervista al programma sportivo radiofonico spagnolo ‘El Larguero’, ribadisce con fermezza i suoi propositi in merito: “Non credo che si disputerà il Mutua Madrid Open quest’anno, mi dispiace perché alcuni mesi fa Feliciano Lopez mi ha detto che era molto entusiasta e che stava organizzano il torneo, previsto dal 12 al 20 settembre, con un progetto molto emozionante, ma purtroppo la situazione sanitaria attuale non è delle migliori” conclude il viceministro spagnolo Antonio Zapatero.

Di Nicola Devoto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy